Una grande sfida per il territorio

L’obiettivo di fondo del Distretto Culturale della Valtellina è quello di ampliare gli orizzonti del territorio attraverso la valorizzazione delle sue qualità intrinseche, facendo leva sul settore culturale e, nello specifico, sulla sua integrazione con il paesaggio, la produzione tradizionale, l’identità e i valori di una vallata alpina. Per conseguirlo si punta sulla diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, sul miglioramento della sua gestione allo scopo di innescare processi di creatività e di innovazione che partano dal territorio e da chi lo vive. A questo impegno si legano a doppio filo i temi della biodiversità, dello sviluppo dei sistemi agricoli e della promozione del settore enogastronomico, affinché le azioni condivise siano in grado di innescare un processo di crescita economica e di nuova occupazione, di arricchimento culturale e sociale. Il piano di interventi coinvolge sia i cosiddetti ‘beni tangibili’, cioè beni architettonici ed etnografici, che quelli ‘intangibili’, legati alla dotazione di tradizioni, saperi e mestieri i un territorio. Gli assi portanti del Distretto Culturale della Valtellina sono tre: enogastronomia e paesaggio; nuove tecnologie e marketing; cultura del territorio, dalla conoscenza al turismo.