Progetto stazione di Tirano – L'intervento

L’intervento progettato ha perseguito i seguenti obiettivi:

  • allestire un front-office e punto d’informazione multimediale che favorisca la divulgazione della conoscenza sulle peculiarità del territorio, con accenti specifici sulla città di Tirano;
  • rendere più agevole l’accesso e la fruizione dei servizi della stazione alle persone diversamente abili.

In collaborazione con gli enti e le istituzioni interessate sono stati preliminarmente individuati all’interno dell’edificio gli spazi a disposizione da destinare alle diverse funzioni. La zona dedicata all’informazione sulla città e su tutto il mandamento è stata posta nell’ala ovest del farbbricato; tale zona risulta dotata di accesso/uscita dedicati sia dalla piazza e sia dall’atrio della stazione (seconda fase dei lavori).

Dal punto di vista architettonico l’intervento ha dunque comportato quanto segue:

  • organizzare le nuove esigenze funzionali all’interno di un’architettura-allestimento dotata di una sua specifica identità visiva;
  • dotare l’intervento di un elevato grado di reversibilità anche per non arrecare degrado alle strutture ed alle finiture dell’edificio vincolato e consentirne un corretto recupero;
  • raggiungere il maggior livello possibile di sostenibilità ambientale delle scelte progettuali operate e dei materiali utilizzati per realizzarle.

L’involucro costruito all’interno degli spazi a disposizione, percepibile anche dalla piazza esterna, è costituito da una struttura reticolare, una “macchina scenica” auto-portante in legno massello, e da una “boiserie” in pannelli di legno lamellare multistrato. Il disegno della struttura lignea reinterpreta il sistema costruttivo tradizionale utilizzato per la realizzazione delle pareti divisorie sia nell’edilizia povera che nei palazzi nobiliari valtellinesi.