Progetto stazione di Tirano – Gli esiti

Sulla base delle indagini stratigrafiche, realizzate preliminarmente, sono stati verificati gli elementi di compatibilità con le funzioni previste limitando quelle operazioni che potevano comportare una forte perdita del dato materico, mirando piuttosto ad aggiungere più che a rimuovere dei segni. Per coerenza con quanto sopra enunciato si è stabilito di eliminare gli strati pittorici sintetici attuali, in parte degradati, procedendo con la rimozione degli acrilici tramite solventi ed eventualmente procedere poi con limitate integrazioni a calce per abbassare le abrasioni e le mancanze dovute all’inserimento degli impianti tecnici in tempi recenti.
Le integrazioni impiantistiche, elettrica ed idraulica, sono interconnesse alla struttura in legno interna per non interferire con le murature e le finiture esistenti.

Sulla base delle necessità operative la sistemazione complessiva del piano terreno della stazione di Tirano è stata suddivisa in 2 fasi: la prima fase, quella ultimata, ha riguardato l’allestimento di un punto di informazione turistica multimediale e la seconda, che verrà iniziata entro l’estate 2015, comporterà l’ampliamento di tale allestimento ed il restauro dell’atrio della Stazione.