Progetto OS.TE.

La Valtellina ha nei terrazzamenti vitati uno dei suoi tratti più rappresentativi, un patrimonio importante sotto l’aspetto paesaggistico ed enologico, e insieme la testimonianza della storia di uomini che hanno determinato il loro destino trasformando un territorio difficile in un’area vitivinicola tra le più blasonate d’Italia. Un lavoro durato secoli, tramandato di padre in figlio, per km di muretti a secco che hanno la necessità di essere costantemente curati per rimediare ai danni del tempo e del clima. Il progetto OS.TE., ha come obiettivo il rilievo dei movimenti dei terrazzamenti e la creazione di un osservatorio, al fine di programmare, gestire e monitorare la loro manutenzione, nell’ottica della prevenzione del rischio idrogeologico. Promosso dalla Fondazione di Sviluppo Locale nel ruolo di capofila, il progetto vede quali partner finanziatori Regione Lombardia e Provincia di Sondrio e quale partner SUPSI, la Scuola Universitaria Professionale Svizzera Italiana. OS.TE. prevede diverse iniziative: il progetto di ricerca Provincia-SUPSI per lo sviluppo informatico del software di rilevamento con la creazione del portale “Osservatorio” (https://oste.provinciasondrio.gov.it/); incontri di approfondimento con gli operatori e un convegno di presentazione; i rilievi di 330 ettari di area terrazzata a Berbenno, Buglio in Monte, Castione Andevenno, Chiuro, Montagna in Valtellina, Poggiridenti, Sondrio, Teglio e Tresivio. Il progetto pilota realizzato in località Grumello, su un’area di sei ettari, ha consentito di sviluppare e di testare il software per iPad.