Progetto Besta

La sinergia tra enti pubblici e organismi privati, la comune volontà di operare per favorire la conservazione programmata del patrimonio monumentale sono alla base di un programma elaborato partendo dal progetto “Diffondere le tecnologie innovative per la conservazione programmata del patrimonio storico architettonico”, promosso da Fondazione Cariplo, che ha coinvolto edifici di differente tipologia in provincia di Sondrio: il battistero di San Giovanni a Mazzo di Valtellina, la chiesa di S. Ignazio a Ponte in Valtellina, Palazzetto Besta a Bianzone e Palazzo Besta a Teglio. Su questi edifici è stata effettuata un’accurata campagna diagnostica, utilizzando tecniche non distruttive di indagine e di monitoraggio, per valutare la sicurezza strutturale, per il controllo del microclima e per la conservazione e la caratterizzazione delle superfici, affrescate o meno. L’attività svolta è stata finalizzata a dare la massima diffusione alle tematiche di ricerca, in modo tale da stimolare una positiva presa di coscienza  delle problematiche connesse alla conservazione dei beni culturali. La sinergia fra i partner ha consentito, al di là della conclusione  del progetto specifico, di diffondere, anche a livello scientifico, gli specifici risultati tecnici conseguiti. Sono inoltre stati attivati significativi ambiti di comunicazione che vanno oltre il contento provinciale per raggiungere il vicino Canton Grigioni.

 

Comunicato stampa maggio 2009.pdf

 

Convegno di Firenze ottobre 2009.pdf

 

Articolo LA PROVINCIA_BESTA nov 2010.pdf

 

Beni culturali e identità del territorio gennaio- maggio 2011.pdf

 

Conferenza nazionale Firenze 2011_BestaTeglio.pdf

 

Relazione attività svolte sul progetto.pdf

 

Ponte in Fiore pieghevole 21 maggio 2011.pdf