Indagini strutturali

S. Romerio

Per acquisire le necessarie informazioni relative alla situazione strutturale della chiesa è stato necessario operare un'accurata ispezione dello stato fessurativo e deformativo dell’edificio e del suo intorno ed un monitoraggio protratto nel tempo.
Per effettuare l’ispezione è stato necessario accedere a zone altrimenti non raggiungibili del contrafforte di valle operando con tecniche di accesso e di posizionamento mediante funi. E’ stato così possibile anche esplorare i meandri delle fessure che attraversano il masso roccioso su cui è impostato l’edificio e sbucano fin nel pavimento della cripta.
Il quadro fessurativo presente sulle pareti della chiesa, si sviluppa per lo più nella zona dell’abside/arco absidale e nella zona della facciata Ovest/cappella S. Antonio. Gli strumenti di monitoraggio sono stati installati di conseguenza in corrispondenza delle zone dove sono stati rilevati i fenomeni fessurativi più evidenti.
Al termine dell’anno di monitoraggio sono state valutate le variazioni stagionali di apertura ed il trend annuale delle fessure controllate dagli strumenti installati. Tutti gli strumenti evidenziano che le fessure hanno un comportamento stagionale marcatamente periodico, con variazioni di apertura che si sviluppano in opposizione di fase con la temperatura, caratterizzate da apertura delle fessure con il ridursi della temperatura e chiusura con l’aumentare della temperatura.
Per quanto riguarda il trend residuo annuale, che è stato solamente stimato, gli strumenti in corrispondenza dell’arco absidale come pure quelli in corrispondenza dell’arco della cappella ipogea presentano un valore molto contenuto. L’unico trend significativo è segnalato dallo strumento posizionato su una delle fessure poste nello spigolo sud-ovest.