Divulgazione

Trasversale a tutto il progetto risulta l’attività di comunicazione e divulgazione a diversi livelli dei risultati relativi alla conoscenza dei manufatti e del loro stato di conservazione, delle metodologie e delle tecniche più innovative utilizzate per la comprensione dello stato di fatto e dei caratteri evolutivi, delle informazioni, delle esperienze e dei saperi indispensabili per contribuire a rendere la cultura vera e propria risorsa per il territorio.
Nel momento di apertura del progetto, organizzato a Tirano nel settembre 2013, è stato inquadrato il tema della conservazione programmata, mostrate alcune esperienze di gestione dei siti UNESCO in Lombardia e sono stati spiegati gli obiettivi del progetto CPRE, con particolare attenzione alle attività di formazione previste.
Nel novembre 2014 si è svolto a Sondrio un convegno, importante per ampiezza, articolazione e partecipazione, di cui si riferisce nella specifica sezione.
L’interesse dell’attività realizzata a Castel Masegra è stato tale da suggerire il coinvolgimento anche della popolazione e delle scuole del territorio. Nel febbraio 2015 si è svolta a Sondrio la mostra “Ripensare Castel Masegra: contributi di ricerca e didattica per la conoscenza, conservazione e valorizzazione” che è stata articolata nelle sezioni “Tecniche avanzate per la conservazione”, “La conoscenza della fabbrica” e “Verso il progetto” ed ha presentato anche le attività svolte dal Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni, Ambiente Costruito nel biennio 2013/14.
Nell’aprile 2015 ha avuto luogo a Poschiavo il convegno di chiusura del progetto, nell’ambito del quale sono state riassunte tutte le attività compiute e sono stati valutati i numerosi esiti progettuali, ma anche le possibilità per successivi sviluppi della significativa collaborazione intrapresa.
Le attività svolte sono anche state presentate al di fuori del contesto locale, nell’ambito del convegno internazionale PPC 2014 “La Conservazione Preventiva e Programmata”, che si è svolto a Monza e Mantova dal 5 al 9 maggio 2014, dove è stata presentata la relazione “Conservazione Preventiva: una opportunità di cooperazione nel cuore delle Alpi” di Dario Foppoli, Giovanni Menghini ed Evaristo Zanolari.  La conferenza è stata l’occasione per condividere la ricerca con accademici, ricercatori, operatori pubblici e professionisti, apportando ampia visibilità al progetto con lo scopo di diffondere e condividere il modello di studio messo a punto.