Condividi su Facebook

Ciclo di incontri su Società, arte e fede nella Valmalenco del '600

L'Ecomuseo della Valmalenco chiude la programmazione 2018, in occasione del 400° della morte dell'arciprete di Sondrio Nicolò Rusca, con un ciclo di conferenze dal titolo "Nella Valmalenco del '600. Società, arte e fede tra rinnovamenti religiosi e sviluppo delle comunità di valle".


I 3 appuntamenti di dicembre sono un'opportunità per conoscere più a fondo aspetti talvolta inaspettati di questo periodo storico della Valmalenco, legato per lo più a contesti già noti per la loro drammaticità, come la morte sotto tortura di Nicolò Rusca, la rivoluzione valtellinese, il passaggio di truppe, le guerre e le distruzioni e, soprattutto, il dilagare della peste. Una proposta culturale e inedita per conoscere come si viveva nella Valmalenco di quell'epoca.

 

La Valmalenco che fu definita "ricca come una dispensa e fertile come la Sicilia"! sarà protagonista nel primo appuntamento a Chiesa in Valmalenco, venerdì 7 dicembre, alle ore 20.45 presso la Sala TECA, relatrice Saveria Masa, già collaboratrice del Distretto culturale.

Un’altra qualificata relatrice e collaboratrice distrettuale, Francesca Bormetti cura l’incontro a Lanzada, venerdì 14 dicembre, alle ore 20.45, presso la Sala Maria Ausiliatrice, dedicato a scoprire chi e che cosa ha realizzato gli insigni monumenti architettonici ed artistici di quell'epoca in Valmalenco.

Il prof. mons. Saverio Xeres, appassionato studioso della storia dei rapporti tra cattolici e riformati, chiude il ciclo di incontri condividendo gli importanti esiti delle ricerche condotte sulla storia religiosa della Valmalenco di quel tempo. L'appuntamento a Caspoggio, venerdì 28 dicembre, alle ore 20.45 presso la Sala Parrocchiale.

 

Per informazioni: 

Ecomuseo della Valmalenco
Via S. Giovanni, 432
23020 Lanzada (SO)
T. + 39 339 22 69 257
info@ecomuseovalmalenco.it
www.ecomuseovalmalenco.it